Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

La Passeggiata del Bastione riapre dopo anni

Fonte: L'Unione Sarda
15 marzo 2019

LE GIORNATE DEL FAI. Coinvolti altri 5 siti ad Assemini, Ulassai, Nuoro, Palau e Sassari

 

Il monumento restaurato
sarà visitabile il 23 e 24 marzo 

 

 

Sarà un antipasto, un piccolo salto nel futuro in attesa dell'inaugurazione ufficiale prevista per giugno con un mega evento ideato da Sogaer che porterà in città tutti i principali tour operatori mondiali. In occasione delle Giornate di primavera organizzate sabato 23 e domenica 24 marzo dal Fondo ambiente italiano (Fai), la Passeggiata coperta del Bastione Saint Remy, chiusa da anni per restauro, sarà riaperta anche se solo per due giorni svelando così parte dei suoi inestimabili tesori.
La Passeggiata
L'annuncio è stato dato ieri alla Mem, durante la presentazione dell'evento che coinvolgerà altri cinque siti d'interesse ambientale e culturale sparsi per la Sardegna, alla presenza del presidente regionale del Fai Monica Scanu e degli assessori comunali Paolo Frau e Maurizio Chessa. «Il cantiere è ormai quasi concluso», ha spiegato quest'ultimo. «Si stanno ultimando le ultime cose nella galleria dello Sperone ma i lavori di restauro sono sostanzialmente terminati e da due anni non abbiamo più infiltrazioni dalla volta. Si entrerà dal Giardino sotto le mura per poi addentrarsi nella parte coperta e uscire da via dell'Università attraverso la galleria dello Sperone». Un tuffo nella storia millenaria di Cagliari: «È un sito di enorme importanza - ha concluso Chessa - che contiene reperti che vanno dal periodo punico-romano sino all'Ottocento, uno scrigno di gioielli che la città deve valorizzare dal punto di vista turistico e culturale». La Passeggiata sarà aperta sabato e domenica dalle 10 alle 16. A guidare i visitatori saranno i ragazzi della scuola media Alfieri e del liceo musicale Foiso Fois.
Le Saline
Per le giornate di primavera apriranno ovviamente anche le Saline Conti Vecchi di Assemini, storico sito industriale nato nel 1929 e dal 2017 affidato alle cure e alla gestione del Fai con risultati decisamente importanti: «Sono stati oltre 30mila i visitatori che in questi due anni hanno scelto di conoscere le Saline e la sua suggestiva storia», ha detto Francesca Caldara, property manager delle Saline. In questo caso, oltre alla visita libera, sarà possibile prenotare anche un tour guidato a bordo di un trenino chiamando il numero 070-247032 o scrivendo via mail all'indirizzo faisaline@fondoambiente.it.
Ulassai e Maria Lai
Tra gli altri siti sardi inclusi nelle Giornate di primavera anche il “Museo a cielo aperto” di Ulassai, classificatosi al 33esimo posto nel censimento nazionale dei luoghi del cuore del Fai con 11.544 voti e costituito dalle tantissime opere d'arte urbana che Maria Lai ha disseminato nel piccolo paese ogliastrino. «Sarà la prima apertura», ha spiegato il sindaco Gianluigi Serra, «un motivo di grande orgoglio per noi che abbiamo creduto fortemente in questo progetto e che ora abbiamo finalmente trovato nuove risorse per svilupparlo e portarlo avanti». L'appuntamento in questo caso è dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.30.
L'ex Artiglieria a Nuoro
Coinvolta anche la città di Nuoro, dove aprirà lo storico complesso militare dell'ex Artiglieria (solo domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18). «Si tratta di un sito di oltre sei ettari costruito tra gli anni Venti e gli anni Trenta del secolo scorso e composto da circa 20 edifici tra abitazioni, uffici, magazzini, un rifugio antiaereo e persino un teatro - ha spiegato Carla Pacchiano, capo delegazione Fai di Nuoro -. Oggi è al centro di un ambizioso progetto per restituirlo alla città, sia dal punto di vista ambientale che quale centro multiservizi per anziani, studenti e famiglie».
Palau e Sassari
Nel Nord dell'Isola gli altri due siti. A Palau, dalle 11 alle 16, sarà aperta al pubblico la Batteria Talmone, a punta Don Diego, un sistema difensivo militare costituito da oltre cinquanta forti e fortini che da 200 anni presidia il braccio di mare che separa l'isola di Spargi dalla Sardegna. A Sassari invece i visitatori potranno ammirare le sale dell'istituto delle Figlie di Maria (sabato dalle 10.30 alle 18.30 e domenica dalle 9.30 alle 17.30), un'istituzione benefica ottocentesca dedita all'educazione degli orfani e dei bambini poveri.
Raccolta fondi
Per le visite guidate ai siti è richiesta una piccola offerta libera. «Il motivo è semplice - ha spiegato il presidente del Fai Sardegna Monica Scanu -, con le giornate di primavera vogliamo raccontare ai cittadini questi luoghi spesso abbandonati o dimenticati ma anche raccogliere fondi per 

Filtra per data

Marzo
2
3
9
10
15
16
17
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31