Eventi

Il Comune di Cagliari premia Andrea Mura

Autore: Laura Puddu,
1 dicembre 2010, 08:51
Consegnato un riconoscimento al velista che ha vinto la regata transatlantica “Route du Rhum”.

Venerdì 19 novembre aveva conquistato il primo posto nella regata “Route du Rhum” a bordo dell'Open 50 “Vento di Sardegna”: per questo motivo, prima della seduta del consiglio comunale di martedì 30 novembre, il cagliaritano Andrea Mura è stato premiato dal Sindaco del capoluogo, Emilio Floris e dal Presidente del Consiglio, Sandro Corsini, con una targa ricordo.

La “Route du Rhum” è una regata transatlantica in solitario di 3562 miglia, da Saint Malò, in Francia, a Pointe à Pitre in Guadalupa: per Andrea Mura non è stata una gara semplice a causa delle condizioni meteo anomale rispetto a quelle che erano le aspettative, ma le maggiori difficoltà sono arrivate soprattutto nelle fasi iniziali della regata, vissute in condizioni estreme con un fortissimo mal di mare; nonostante questo, il velista sardo è passato subito in testa mantenendo poi il controllo sugli avversari.

Andrea MuraUn vero trionfo per Mura, che è riuscito, nonostante fosse la sua prima volta in una esperienza oceanica, a precedere tutti sulla linea d'arrivo, dopo 19 giorni 9 ore e 30 secondi di navigazione.
Una bella vittoria per tutta la vela italiana, perché arrivata in una delle più importanti regate oceaniche e Andrea Mura, quarantaseienne nato e cresciuto a Cagliari, è il primo italiano della storia a vincere la competizione nella categoria Rhum, quella riservata alle imbarcazioni tra i 40 e i 50 piedi.

Un giusto riconoscimento, quello consegnato dal sindaco Floris, che giunge a coronamento di un progetto cominciato nel 2006 e che, dal 2010, ha portato il velista cagliaritano a regatare anche fuori dal Mediterraneo tra i migliori velisti oceanici del mondo.
“E' un onore per me, oltre che un piacere nei confronti di un amico, consegnare ad Andrea Mura una targa per complimentarmi con lui, ma soprattutto per avere messo in luce Cagliari e tutta la Sardegna nella vetrina sportiva mondiale” il commento del primo cittadino Emilio Floris nel momento del riconoscimento di fronte a tutto il consiglio comunale riunito in aula.
In pieno accordo con il Sindaco anche il Presidente del Consiglio Sandro Corsini, che ha ringraziato il velista e tutto il suo team per la grande e positiva pubblicità che stanno regalando al capoluogo sardo a livello internazionale.

Visibilmente emozionato e ancora abbronzato, Andrea Mura ha ringraziato le Istituzioni che hanno creduto in lui ed ha raccontato la sua esperienza. “La gioia – ha spiegato il velista - per questa vittoria è immensa e mi piace condividerla con voi. Momenti di sconforto ce ne sono stati, c'era anche dell'ignoto per me (si trattava della traversata di un oceano, in solitaria), ma l'agonismo e l'amore per il mare mi hanno spinto ad andare avanti. Portare il vessillo dei Quattro Mori, poi, è stato un valore aggiunto e mi ha dato un'enorme carica”.
Andrea Mura si fa quindi portacolori, oltre i confini del Mediterraneo, della storia, della cultura e delle tradizioni della Sardegna.
“I giorni più belli sono stati gli ultimi due – ha concluso il cagliaritano - un mare bellissimo (che non è azzurro come il nostro ma è blu cobalto), un clima tropicale ed il traguardo alle porte”.

Merita una citazione l'Open 50, l'imbarcazione di 16 metri, che ha portato Andrea Mura alla vittoria: “Vento di Sardegna” è la testimonianza dell'appartenenza ad una terra ed alla sua identità e lo si evince dalla scelta del nome e dalla grafica nello scafo (caratterizzata dallo stemma e dai colori dei Quattro Mori). “I miei complimenti ad Andrea vanno anche per come ha saputo preparare al meglio la barca”, ha concluso il Sindaco Floris.

Maggiori informazioni su Andrea Mura, con i video inviati da lui stesso durante la regata, sono disponibili sul sito www.ventodisardegna.it

Non è stato ancora inserito nessun commento. Vuoi essere il primo?

Inserisci un commento

Devi effettuare il Log-in o Registrarti per poter commentare